Astori (famiglia lodigiana)

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Spreti, Appendice, parte I, p. 242

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Appendice, parte I (Milano, 1935), pp. 242-243:

Don GIROLAMO Astore, nobile lodigiano, avendo presentato documenti giustificanti l’antico uso e possesso di stemma gentilizio chiese ed ottenne la delineazione dell’arma nel Codice Araldico di Lombardia con Decreto 8 gennaio 1784.

Con Rescritto generoso 28 gennaio 1817 ANTONIO Astori fu confermato nella nobiltà che la famiglia godeva prima del 1796. Egli nel 1816 fu confermato nel feudo di Melegnanello proveniente dalla madre Francesca, figlia unica di Don Cristofaro Bonanome e moglie di Don ALESSANDRO Astori. La famiglia è iscritta genericamente nell’Elenco Uff. Noh. Ital. del 1922 coi titoli di Patrizio di Lodi (m.), Signore di Melegnanello (mpr.) in persona dell’ultimo riconosciuto ANTONIO (1816).

v. s. [Vittorio Spreti]


Genealogia

Genealogia Astori

Stemmi

ARMA: Interzato in fascia: nel 1° d’oro all’aquila spiegata di nero, linguata di rosso e coronata del campo; nel 2° di argento, al castello di rosso sormontato da un merlo alla ghibellina, aperto e finestrate del campo, il detto castello addestrato da un serpente di verde curvato in semicerchio, la curvatura in alto, la testa a sinistra, traforato da un giavellotto d’argento, manicato d’oro, posto in banda col ferro in basso e sinistrato da un albero al naturale in sbarra, movente dalla base del castello; nel 3° sbarrato d’argento e d’azzurro. (Arch. Stato Milano, Codice Araldico, pag. 171).

Stemmi famiglia Astori (famiglia lodigiana)

Storia

Personaggi

Dimore

Milano

Iconografia

Ritratti e dipinti

Archivio fotografico

Fonti

Bibliografia

Documenti

Collezioni