Peschera

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Versione del 26 mar 2019 alle 17:10 di Odecarli (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Spreti App., parte II, p. 468

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1935, Appendice, parte II, p. 468:

Famiglia inscritta nel Consiglio Generale della Nobiltà di Brescia. Un GIOVANNI «de Pischeriis» viveva in Brandico, nella pianura bresciana, nel 1430; suo figlio BARTOLOMEO si trasferì in città nel 1442 e da esso i membri della famiglia si succedettero, di padre in figlio, nel modo seguente: DANIELE (viv. 1498); GEROLAMO (viv. 1517); ZACCARIA (viv. 1568); GIOVANNI PAOLO (viv. 1588); PIETRO (viv. 1641); FRANCESCO (n. 1644); PIETRO (n. 1706); VINCENZO (n. 1748); LUIGI che sposò Teresa Bianchi dalla quale ebbe parecchi figli: 1°) Marianna (n. 1821) spos. con Carlo Zanoni; 2°) VINCENZO (1823-1900); 3°) Faustina (1824-1905); 4°) Angela (1826-1883); 5°) CARLO (1829-1858; 6°) LODOVICO, Consigliere di Prefettura, n. 1835, morto a Collebeato, spos. nel 1873 con Elena Peschera dalla quale nacquero: Luigia (n. 1876) ed Emilia (n. 1881), spos. con Umberto Beccalossi.

La famiglia è iscritta genericamente nell’Elenco Uff. Nob. Ital. del 1922, col titolo di Nobile (mf.), in persona dell’ultimo riconosciuto: VINCENZO, di Pietro (1818).

f. l. [Fausto Lechi]


Genealogia

Genealogia Peschera

Stemmi

ARMA: Troncato: nel 1° d’oro all’aquila di nero; nel 2° d’azzurro al pesce d’argento posto in banda.


Stemmi famiglia Peschera

Storia

Personaggi

Dimore

Brescia

Sepolture

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Bibliografia

Sitografia

Documenti

Collezioni

Note