Pestalozza

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Spreti, vol. V, p. 291

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. V, pp. 291-292:

Famiglia che probabilmente si ricollega con quella dei Pestalozza di Chiavenna e più precisamente con una diramazione di essa, trasferitasi fin dal sec. XV a Vacciago, frazione di Amena, sul Lago d’Orta. Ottenne il titolo di cavaliere dell’Impero Austriaco con Sovrana Risoluzione 2 maggio 1855 in persona di ANTONIO, membro della Camera di Commercio, assessore nel Tribunale di Commercio e di Cambio, per dodici anni consigliere comunale e, al tempo della concessione, podestà di Milano già da sei anni.

È iscritta nell’El. Uff. Nob. Ital. col predetto titolo di cavaliere dell’I. A. (mf.), ed è rappresentata da:

Ramo primogenito:

GILBERTO, n. Milano, S. Eufemia, 18 novembre 1853; sp. con Paolina Sartor; figlio di Giuseppe (sp. con Marianna Scotti), di Antonio (sp. con Rosa Lorella).

Figli: Antonietta, n. Milano, 23 novembre 1877; 2) GUIDO, n. Milano, 29 aprile 1879; 3) Ada, n. Milano, 8 dicembre 1880; 4) CARLO, n. Milano, 30 novembre 1881.

Sorelle: Balbina, n. Fobello (Novara), 23 marzo 1852; Carolina, n. 1861.

Ramo secondogenito:

UBERTO (n. Milano, 19 settembre 1872, sp. nob. D. Isabella Sormani, di Carlo e di Marianna dei marchesi Brivio), figlio di Giovanni (n. Milano, S. Alessandro, 5 settembre 1824; sp. con Ida Prina), di Antonio (sp. Rosa Lorella).

Figli: Cecilia, n. Milano, 28 maggio 1905; 2) Anna Maria, n. Milano, 18 luglio 1906; sp. con Ludovico Dubini; 3) GIO. BATTISTA, n. Milano, 6 novembre 1907; 4) Lucia, n. Milano, 25 giugno 1909.

Sorelle: Lucia, n. Milano, 24 ottobre 1870; sp. con Gioacchino Colnago; Giuditta, n. Milano, 7 dicembre 1874.

f. f. [Francesco Forte]


Genealogia

Genealogia Pestalozza

Stemmi

ARMA: D’azzurro a due fasce d’oro, frammezzate da un leone illeopardito dello stesso, armato e linguato di rosso, tenente con la branca anteriore destra una chiave d’argento in palo, ed accompagnato a sinistra da un’altra chiave del medesimo, le due chiavi addossate, con gli ingegni in alto.

CIMIERO: Un leone d’oro tenente una chiave d’argento.

Stemmi famiglia Pestalozza

Storia

Personaggi

Dimore

Milano

Sepolture

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Archivi di famiglie e di persone: materiali per una guida, 2: Lombardia-Sicilia, a cura di Giovanni Pesiri, Micaela Procaccia, Irma Paola Tascini, Laura Vallone, Roma, Ministero BBAAC, 1998 (Pubblicazioni degli archivi di Stato. Strumenti; 133), n° 1459.

Bibliografia

http://www.treccani.it/enciclopedia/ricerca/pestalozza/Dizionario_Biografico/

Sitografia

Documenti

Collezioni

Note