Salvadego

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Stemma Salvadego Molin e Salvadego Molin Ugoni (Spreti, vol. VI, pp. 62-63))

Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. VI, pp. 62-63:

SALVADEGO MOLIN

Antica famiglia veneta originaria da Rovigo, ove ebbe sempre posizione preminente, che si stabilì in Brescia attorno alla metà del secolo scorso, in seguito ad una ingente eredità dai conti Martinengo, del ramo detto della Fabbrica o di Padernello. PIETRO Salvadego, sul finire del secolo XVIII, sposò la nobil donna Alba Molin, ultima dell’antica ed illustre famiglia veneziana che diede alla Serenissima un Doge e moltissimi suoi membri alle alte cariche della Signoria.

Figlio di Pietro fu FRANCESCO (n. 1795, † 1874), che sposò la nob. Marianna Mainardi (n. 1800, † 1869), dalla quale ebbe otto figli, qui sotto elencati con le loro discendenze.

1) PIETRO (n. 1827, † 1896), dottore in legge, spos. Angela Amighetti (n. 1850, † 1923).

2) GIUSEPPE (n. 1830, † 1906), dottore in legge, Sindaco di Brescia, deputato al Parlamento; sp. Giulia, dei marchesi Platis (n. 1837, † 1863), da cui: a) FRANCESCO (1857, † 1928), comm. della Cor. d’Italia, ten. col. volontario degli alpini nella grande guerra; b) Lucrezia (n. gennaio 1861, † 1931), sp. l’avv. Aurelio Scudellari; c) Elisabetta (n. dicembre 1861), sp. nel 1890 il co. Paolo Cavalli.

3) ALESSANDRO (n. 1832, † 1899), ingegnere, sp. nel 1861 Filomena Tozzi Dal Mistro (n. 1840, † 1916), da cui: a) Giuditta, n. 9 luglio 1862, sp. nel 1893 il co. Riccardo Bonaini da Cignano, Tenente generale; b) Alba, n. 11 novembre 1863, sp. nel gennaio 1890 il co. Federico Bettoni Cazzago, Senatore del regno; c) PIETRO FRANCESCO, (Rino), n. 1867, † 1887.

4) BERNARDO (1834, † 1887), uff. di cavalleria nelle guerre del 1859 e 1866, Aiutante di campo a Custoza di S. A. R. il duca d’Aosta, sp. nel 1871 la nob. Caterina Ugoni da cui FILIPPO (v. avanti per brisura di linea).

5) Lucrezia (1838, † 1859), sp. il co. Andrea Pancera di Zoppola.

6) Maria (n. gennaio 1841), sp. 1887 il col. di cavalleria Edoardo Frigerio.

7) Paola (1843, † 1871), sp. nel 1868 Luigi Tegas, Prefetto del Regno.

8) NICOLA (1845, † 1873), ufficiale di cavalleria.

La famiglia è iscritta nel Libro d’Oro della Nob. Ital. e nell’Elenco Uff. Nob. Ital. coi titoli di nobile (mf.), conte (m.), in persona di FRANCESCO, di Giuseppe, di Francesco.

Sorelle: Lucrezia in Scudellari; Elisabetta in Cavalli.

Giuditta, di Alessandro, di Francesco, in Bonaini.

Sorella: Alba in Bettoni Cazzago.


SALVADEGO MOLIN UGONI

Il conte FILIPPO, figlio di Bernardo, del quale è fatta menzione nel cenno precedente, ottenne, per sé e per i suoi discendenti, di aggiungere ai propri anche il nome di Ugoni, antichissima e storica famiglia bresciana, da poco estintasi con la di lui madre. La famiglia è iscritta nel Libro d’Oro della Nob. Ital. e nell’Elenco Uff. Nob. Ital. coi titoli di nobile (mf.), conte (m.), in persona del predetto FILIPPO, di Bernardo, di Francesco, (n. 26 agosto 1875), cav. di on. e dev. del S. M. O. di Malta, sposato il 7 gennaio 1905 con Olga Ducos (n. 26 settembre 1881).

Figli: BERNARDO, n. 17 gennaio 1907; Caterina Sofia, n. 28 agosto 1908; FAUSTO, n. 22 novembre 1909; CAMILLO, n. 11 novembre 1910; GIUSEPPE, n. 29 ottobre 1912; FRANCESCO, n. 30 marzo 1915; ALESSANDRO, n. 6 novembre 1919.

f. l. [Fausto Lechi]


Genealogia

Genealogia Salvadego

Stemmi

SALVADEGO MOLIN e SALVADEGO MOLIN UGONI

ARMA: Inquartato: nel 1° e 4° d’azzurro all’uomo selvatico, vestito di pelli, armato di clava d’oro, coronato dello stesso, posto in maestà sulla pianura erbosa, il tutto al naturale (Salvadego); nel 2° e 3° d’azzurro alla ruota di molino d’oro di 3 cerchi e di 8 raggi (Molin).

Stemmi famiglia Salvadego

Storia

Personaggi

Dimore

Brescia

Sepolture

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Bibliografia

Sitografia

Documenti

Collezioni

Note