Torre Pallavicina

Da EFL - Società Storica Lombarda.

Questo fondo denominato Portico, anticamente era detto Florano; è entrato in casa Agliardi nel 1677, per la parte a mattina della strada, mentre la parte a sera fu acquistata dagli Stampa nel 1917.

La villa fu nel 1477 di Elisabetta Sforza figlia di Tristano Sforza e di Beatrice d’Este; la loro figlia sposò Adalberto Pallavicino e divenne così Condomina della Calciana. Nel 1538 fondò il convento che sorge in prossimità della Chiesa di S.ta Maria in Campagna, attuale Parrocchiale.

I previlegi della Calciana furono accordati da Bernabò Visconti nel 1366 a sua moglie Regina dell Scala. Essa poi vendette parte del suo feudo in Gallignano e Pumenengo ai Barbò e nel 1380 le terre della Calciana Inferiore ai Secco.

In quegli anni la Calciana risultava spopolata, incolta e infestata da banditi.