Visconti

Da EFL - Società Storica Lombarda.
Linea di Oleggio Castello (Spreti, vol. VI, p. 927)

La famiglia si divide in diversi rami: Visconti d'Aragona di Massino, Visconti di Modrone, Visconti di San Vito


VISCONTI (di Saliceto)

VISCONTI DI MODRONE

VISCONTI (di Massino)

VISCONTI DI SAN VITO

VISCONTI DI MARCIGNAGO

VISCONTI (Baroni di Ornavasso)

VISCONTI (di Lodi)


Vittorio Spreti, Enciclopedia storico-nobiliare italiana, Milano, 1928-32, vol. VI, pp. 927-928:

Linea di Oleggio Castello.

Questa famiglia è un ramo dei Visconti di Oleggio Castello. Ottenne il riconoscimento della nobiltà con Decreto Ministeriale 12 marzo 1919 in persona di Ezio e fratelli, di Angelo Carlo, di Ambrogio.

Secondo la documentazione presentata per il suddetto riconoscimento, questo ramo ha per capostipite un «dominus» GIOVANNI, già morto nel 1474. Da Giovanni nacque ANTONIO, che nel predetto anno 1474 abitava a Milano, parrocchia di Sant’Eufemia, ed è qualificato in atti notarili «de Ollegio Castello».

Figlio di Antonio fu GALEAZZO, che è ricordato nell’atto 14 novembre 1508 del notaro Gio. Filippo Caccia come: «Dominus Galeaz uti filius domini Antonii Vicecomitis ex condominis Ollegii Castelli».

I Visconti di Oleggio Castello, come osservò Lino Sighinolfi in «Archivio Storico Lombardo», 1902, XVIII, pag. 145 e segg., appartengono alla stessa famiglia dei Visconti di Milano. Anche la cronaca dell’Azario (RR. II. SS., XVI, 301 b) accenna alla comune origine dei Visconti di Oleggio con quelli di Milano, là dove è detto che quando nacque il grande Matteo e poi venendo innanzi fino al tempo in cui Ottone suo prozio diventò arcivescovo di Milano, la loro famiglia non aveva molto grande patrimonio perché allora non possedeva che le terre di Invorio Inferiore e di Oleggio Castello con le loro pertinenze ed altri beni in Massino ed alcuni luoghi del Vergante. Probabilmente il capostipite del ramo di cui si tratta s’era trasferito da poco tempo a Milano, quando nel 1474 e nel 1508 suo figlio e suo nipote sono esplicitamente indicati come appartenenti alla famiglia dei condomini di Oleggio Castello. Questa famiglia, inoltre, figura nella Matricula nobilium familiarum rogata de anno 1277 d’ordine dell’arcivescovo Ottone Visconti e pubblicata dal Giulini.

Galeazzo, di Antonio, di Giovanni, fu notaio milanese. Da una Marta Visconti ebbe un figlio naturale a nome GIO. ANTONIO, che fece legittimare dal conte palatino Gerolamo Melzi il 5 gennaio 1539. Lo stesso Galeazzo sposò poi Cecilia Cittadini, vedova del magnifico Francesco dei Capitani da Vimercate. Il figlio di lui GIO. ANTONIO sposò in prime nozze Elisabetta dei Capitani da Vimercate, di Francesco e di Cecilia Cittadini, e in seconde nozze la nobile Eleonora de’ Marchesi, di Osnago. Tra gli altri figli, Giovanni Antonio ebbe GALEAZZO, che a sua volta fu padre di un GEROLAMO, dal quale venne in luce un altro GALEAZZO. In seguito la famiglia, dalla città si ritirò a vivere in campagna a Montevecchia in Brianza. GIOVANNI, figlio di Galeazzo, con sua moglie Delizia Calderini, si ristabilì a Milano ai primi del Settecento.

Dal predetto Giovanni discendono gli attuali iscritti nel Libro d’Oro della Nob. Ital. e nell’El. Uff. Nob. Ital. col titolo di nobile (mf.), cioè:

EZIO, n. Cruscinello, 30 dicembre 1877, tenente di vascello nella R. Marina Italiana, di Angelo Carlo, di Ambrogio.

Figli: GIACOMO, n. Livorno, 12 dicembre 1906; Alda, n. ivi, 14 agosto 1908; GIANNENRICO, n. ivi 24 marzo 1917; GIAN MATTEO; Eleonora; ENNIO.

Fratelli: ENNIO, n. Cruscinello, 6 ottobre 1879, spos. Torino, 14 aprile 1906, con Elvira Giuliano; Bianca Maria, n. Cruscinello, 31 gennaio 1881; MARIO, n. Omegna, 16 settembre 1882; TULLIO, n. Omegna, 16 settembre 1882; SESTO, n. Torino, 24 novembre 1885; Bianca, n. Torino, 26 novembre 1886; Ida, n. Torino, 11 settembre 1888; VITALIANO, n. Torino, 1° DICEMBRE 1889; DINO, n. Torino, 13 maggio 1891; ALDO, n. Torino, 6 febbraio 1893; Ada, n. Torino, 28 ottobre 1894.

Figli di Sesto: GASPARE, n. Torino, 26 novembre 1913; Anna Maria, n. ivi, 11 aprile 1915; Bianca Maria, n. ivi, 12 luglio 1918.

f. f. [Francesco Forte]


Genealogia

Genealogia Visconti

Teatro genealogico delle famiglie nobili milanesi: manoscritti 11500 e 11501 della Biblioteca Nacional di Madrid, a cura di Cinzia CREMONINI, Mantova: Gianluigi Arcari, 2003

Stemmi

Linea di Oleggio Castello.

ARMA: D’argento al biscione d’azzurro ondeggiante in palo e ingollante a metà un fanciullo nudo di carnagione posto in maestà e movente in fascia con le braccia aperte.

Stemmi famiglia Visconti

Storia

Personaggi

Dimore

Livorno, Torino, Oleggio-Castello (Linea di Oleggio Castello)

Sepolture

Iconografia

Dipinti e Ritratti

Archivio fotografico

Fonti

Archivi di famiglie e di persone: materiali per una guida, 2: Lombardia-Sicilia, a cura di Giovanni Pesiri, Micaela Procaccia, Irma Paola Tascini, Laura Vallone, Roma, Ministero BBAAC, 1998 (Pubblicazioni degli archivi di Stato. Strumenti; 133), n° 1544 - 1545.

Bibliografia

http://www.treccani.it/enciclopedia/visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/luchino-visconti_res-315c325c-c29a-11dc-b686-0016357eee51/

http://www.treccani.it/enciclopedia/ottone-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/azzone-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/bernabo-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/ermes-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/bruzio-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/alessandro-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/gasparo-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/ambrogio-visconti/

http://www.treccani.it/enciclopedia/filippo-maria-visconti-duca-di-milano/

http://www.treccani.it/enciclopedia/gian-galeazzo-visconti-duca-di-milano/

Sitografia

Documenti

Collezioni

Note